NICOLA BERTOGLIO

iphoneografo

Mostra "Mail Art, quintessenza della comunicazione creativa" di Ruggero Maggi dal 25 luglio al 26 settembre 2021

domenica 25 luglio 2021

Museo dei Tasso e della Storia Postale

MAIL ART

quintessenza della comunicazione creativa

progetto internazionale di Arte Postale di Ruggero Maggi

Il progetto Mail Art quintessenza della comunicazione creativa curato da Ruggero Maggi verrà presentato al Museo dei Tasso e della Storia postale, con il sostegno morale del Museo Storico della Comunicazione di Roma e il patrocinio del Polo Culturale “Mercatorum e Priula / vie di migranti, di artisti, dei Tasso e di Arlecchino”, dal 25 luglio al 26 settembre 2021.

INAUGURAZIONE

DOMENICA 25 LUGLIO 2021, ORE 17:00

Arte è comunicazione e l'arte postale può essere quindi considerata la quintessenza della comunicazione creativa, offrendo contatti con il mondo intero attraverso il contenuto di una semplice busta.
Cartoline, francobolli, buste... sono gli elementi principali della Mail Art, ma non solo, c'è anche una bella dose di anticonformismo, di decontestualizzazione di immagini e di oggetti, di scardinamento di regole e canoni, ringraziando Marcel Duchamp e Piero Manzoni. Prevale il desiderio di non conformarsi ad un mercato (quello dell'arte, per intenderci) che quasi sempre inibisce la vera ricerca artistica.

La Mail Art non si fa per soldi, non si fa per la fama... si fa... si vive... è emozione...
emozione di ricevere buste che sono vere e proprie opere d'arte, emozione nell'aprirle e scoprire ciò che contengono, inaspettati tesori contenuti da altri tesori che in certi casi provengono dall'altra parte del mondo, con impressi i segni del lungo viaggio che fanno parte della loro storia. Un “network eterno” - così la definì Robert Filliou - aperto a tutti, artisti e non: è proprio questo il grande scardinamento rappresentato dalla Mail Art.

Mentre Marcel Duchamp con i suoi ready-made dimostrava che tutto poteva essere arte e che ogni oggetto possedesse perciò in sé la “matrice” poetica in grado di decontestualizzarlo come opera d'arte, la Mail Art permette a chiunque l'accesso ad un nuovo mondo di comunicazione creativa e a una libera circolazione di idee, arte e cultura underground.

Aspetto sociale della Mail Art sempre presente nel lavoro di molti Networkers come Clemente Padín che per esso si è battuto sino al limite estremo della propria libertà personale, finendo in carcere per vari anni durante la dittatura militare in Uruguay negli anni '70. Altri artisti postali portavoce di questa intrinseca “vocazione” della Mail Art verso un atteggiamento critico nei confronti dell'establishment culturale e politico sono stati senz'altro i russi Serge Segay e Rea Nikonova che, nonostante la censura di quel periodo storico, fondarono il primo Museo sovietico di Arte Postale ad Eysk, che ebbi il privilegio di inaugurare con una mia mostra nel 1989.

Museo dei Tasso e della Storia Postale

La Mail Art ha una spiccata inclinazione per la non-ufficialità, in cui ha valore la relazione intrinseca tra il mittente, l'oggetto spedito e il destinatario.
L'arte postale glocale è parte integrante di un processo di globalizzazione culturale che si estrinseca a livello locale mediante l'azione che ogni artista postale compie attraverso una fitta rete di contatti, come una babilonica torre dai destini incrociati. In questo vero e proprio network mondiale si è raggiunto uno stadio particolare di fare, anzi vivere l'arte.

Il mezzo più frequente per ottenere questi rapporti capillari è costituito appunto dalla Mail Art che abbraccia il mondo intero. Il mailartista è come la tessera di un formidabile mosaico in uno sconfinato universo di energie poetiche.
La sua funzione è unica, poiché unico è il suo collocamento all'interno del network stesso con le relative connessioni con altri artisti.

Recentemente sono stato invitato a parlare di Mail Art al Tavolo dei “postali” organizzato da Fabio Bonacina presidente dell'Unione Stampa Filatelica Italiana e dal Museo Storico della Comunicazione e, per l'occasione, ho presentato un QRcode Mailartistamp che, una volta attivato, può sintonizzarsi su un mio video sulla storia della Mail Art. (Ruggero Maggi)

La mostra è dedicata a Adriano Cattani, amato direttore del Museo.

ARTISTI PARTECIPANTI:

ORLANDO NELSON PACHECO ACUÑA (CL), CHRISTIAN ALLE (FR), DINO ALOI, ANTONIO AMATO, LUTZ ANDERS (D), DAVID STANLEY APONTE (USA), FRANCESCO APRILE, ARNO ARTS (NL), NADIA AROCA (AR), LUIGI AURIEMMA, ERIKA BAGGINI, ANTONIO BAGLIVO,FRANCO BALLABENI, ANNA BANANA (CA), CALOGERO BARBA, VITTORE BARONI, PIER ROBERTO BASSI, KEITH BATES (GB), CARLO BATTISTI, MARIANO BELLAROSA, LANCILLOTTO BELLINI, JOHN M. BENNETT (USA), PEDRO BERICAT (ES), NICOLA BERTOGLIO, CARLA BERTOLA, DIANE BERTRAND (CA), LUCIA BIRAL, GUY BLEUS (BE), GIOVANNI BONANNO, BOOG (USA), ANNA BOSCHI, LUIGI BOSCHI,PAOLO BRACHI, HANS BRAUMÜLLER (D), PAULO BRUSCKY (BR), ALFONSO CACCAVALE, ANGELA CAPORASO, LAMBERTO CARAVITA,EMILIO CARRASCO (MX), CASCADIA ART POST (USA), BRUNO CASSAGLIA, MUSTAFA CEVAT ATALAY (TR), CARL T. CHEW (USA), BRUNO CHIARLONE, PINO CHIMENTI, MARIA CHORIANOPOULOU (GR), CIRCULAIRE 132 (CA), RYOSUKE COHEN (JP), FRANCESCO CORNELLO, ENZO CORRENTI, CRACKERJACK KID (USA), CARLA CROSIO, DADANAUTIK (D), SERGIO DE ALMEIDA MONTEIRO (BR), SILVIO DE GRACIA (AR), SEVERINE DE GRAMONT (FR), KO DE JONGE (NL), MARIO DE LEO, TEO DE PALMA, ALBINA DEALESSI, PINA DELLA ROSSA, DAVID DELLAFIORA (AU), MIMMO DI CATERINO, MAURA DI GIULIO, FABIO DI OJUARA (BR), FRANCO DI PEDE, MARCELLO DIOTALLEVI, MARCELO DOLA (BR), GIOVANNA DONNARUMMA, MIKE DYAR (USA), DYSTATIC (CA), EX POSTO FACTO (USA), MARIA PIA FANNA RONCORONI, CINZIA FARINA, FERNANDA FEDI, DOMENICO FERRARA FORIA, LUC FIERENS (BE), MIMICHA FINAZZI, BERNIE FLAMENT (BE), GIOVANNI FONTANA, ROBERTO FORMIGONI, FRAENZ (LU), NICOLA FRANGIONE, PIET FRANZEN (NL), H. R. FRICKER (CH), FRIPS (BE), GAC, GYÖRGY GALÁNTAI (HU), CLAUDIO GAVINA, ROBERTO GIANINETTI, ED GIECEK (USA), JURI GIK (RU), ALICIA GIL (ES), GINA PRITTI TUTTI AL LAGO, GINO GINI, LINO GIUSSANI, SUSAN GOLD (CA), CLAUDIO GRANDINETTI, MICHÈLE GRANIER (FR), KLAUS GROH (D), ELKE GRUNDMANN (D), SHUZO AZUCHI GULLIVER (JP), _GUROGA, JOHN HELD JR. (USA), HANS HESS (D), I MIRADEBORA, IBIRICO (ES), GENNARO IPPOLITO, EBERHARD JANKE (D), RUUD JANSSEN (NL), MIGUEL JIMENEZ (ES), RAY JOHNSON (USA), GX-JUPITTER LARSEN (CA), DOBRICA KAMPERELIC (RS), GYÖNGYI KÁROLY-ZÖLD (HU), ROBERTO KEPPLER (BR), ZLATKO KRSTEVSKI (MK), MAGDA LAGERWERF (NL), NADINE LENAIN (FR), PASCAL LENOIR (FR), ALFONSO LENTINI, SILVANA LEONARDI, ORONZO LIUZZI, LUCIA LONGO, MAYA LOPEZ MURO, GIAN PAOLO LUCATO, SERSE LUIGETTI, RUGGERO MAGGI, MAILART MARTHA (GB), MAILARTA (CA), MORICE MARCUSE, PATRIZIO MARIA, MAX MARRA, MARIA GRAZIA MARTINA, CHRISTOPHE MASSÈ (FR), ANTONIA MAYOL CASTELLO' (ES),MONICA MAZZONE, PIERLUIGI MEDA, MASSIMO MEDOLA, MORENO MENARIN, MICHE-ART-UNIVERSALIS (BE), VIRGINIA MILICI, GABI MINEDI, HENNING MITTENDORF (D), SAMUEL MONTALVETTI (AR), MONTY CANTSIN, EMILIO MORANDI, AUDREY MULLER (FR),MUSEUMOFMAILART (UA), KEIICHI NAKAMURA (JP), KATERINA NIKOLTSOU (GR), REA NIKONOVA (RU), JOSE' NOGUEIRA (BR), JÜRGEN O. OLBRICH (D), NICHOLA ORLICK (JP), KEMAL OZYURT (TR), FAUSTO PACI, CLEMENTE PADÌN (UY), KATIA PAOLETTI, SJOERD PARIDAEN (BE), WALTER PENNACCHI, MARISA PEZZOLI, RICCARDO PEZZOLI, PICASSO GAGLIONE (USA), LAMBERTO PIGNOTTI, BARRY EDGAR PILCHER (IE), CARLO PITTORE (USA), BRUNO POLLACCI, HUGO PONTES (BR), VERONIQUE POZZI-PAINE', NADIA PRESOTTO, TIZIANA PRIORI, ANTONELLA PROTA GIURLEO, GIANCARLO PUCCI, JEAN-MARC RASTORFER (CH), CESAR REGLERO (ES), TULIO RESTREPO (CO), PETER RITZ (D), ANDRÉ ROBÈR (FR), JAUME ROCAMORA (ES), JASON RODGERS (USA), CLAUDIO ROMEO, GIANNI ROMEO, GIO' RONZONI, ADAM ROUSSOPOULOS (USA), MANUEL RUIZ RUIZ (ES), MARIA LUISA SABATO, MANUEL SAINZ SERRANO (ES), HORACIO SAPERE (ES), ANTONIO SASSU, ROBERTO SCALA, DUCCIO SCHEGGI, PETER SCHUBERT (D), LARS SCHUMACHER (D), SERGE SEGAY (RU), DIEGO SEGURA (ES), JÖRG SEIFERT (D), DOMENICO SEVERINO, SHOZO SHIMAMOTO (JP), NORIKO SHIMIZU (JP), ZDENEK SIMA (CZ), LUIGINO SOLAMITO, ALBERTO SORDI, CRISTINA SOSIO, LUCIA SPAGNUOLO, SPAULDING D.C. (USA), GIOVANNI E RENATA STRADA, ROD SUMMERS (NL), ROBERT SWIERKIEWICZ (HU), MUKATA TAKAMURA (JP), ERNESTO TERLIZZI, GIAN PAOLO TERRONE, ROBERTO TESTORI, THE INTROVERTED POST (USA), THE STICKER DUDE (USA), PAUL TIILILA (FI), TOPYLABRYS, REBEKA TOROWIN-BOROWICZ (GB), HORST TRESS (D), ALAN TRNER (GB), VALTER UNFER, MIKEL UNTZILLA (ES), VALDOR (ES), JOHAN VAN GELUWE (BE), STELLA MARIS VELASCO (AR), GENEROSO VELLA, ROSANNA VERONESI, JOSE' VIEIRA (PT), EDGARDO ANTONIO VIGO (AR), ALBERTO VITACCHIO, RAINER WIECZOREK (D), LUTZ WOHLRAB (D), MANUEL XIO BLANCO (ES), ZAVAROF (FR), BERNHARD ZILLING (D), ROBERTO ZITO, MINDAUGAS ZUROMSKAS (LT).

Museo dei Tasso e della Storia postale

Sala Mercatorum | Portici di Cornello | Camerata Cornello | Bg

MAIL ART
quintessenza della comunicazione creativa progetto internazionale di Arte Postale
di Ruggero Maggi.

------------------------------------------------------------------

Di seguito la serie di francobolli d’artista dal titolo “Boy/Toy: I’m not a real STAMP”.